Home Strategia e organizzazione Codice etico di Assoconsult. Ecco perché adottarlo

Codice etico di Assoconsult. Ecco perché adottarlo

0
codice etico

Perché il codice etico è importante nel settore del management consulting?

Perché in questo settore, piuttosto che in altri, ci sono stati casi di condotte discutibili, a partire da situazioni opportunistiche tra cliente e consulente a situazioni di conflitto di interessi, sino a casi di vera e propria scarsa professionalità. Questi avvenimenti hanno contribuito a creare nella pubblica opinione una visione non sempre positiva del management consulting.
La risposta di Assoconsult, che oggi rappresenta le maggiori società di consulenza in Italia, è stata forte ed inequivocabile. Attraverso l’adozione del nuovo codice etico, l’associazione vuole fare chiarezza tra buona e cattiva consulenza per qualificare il settore salvandolo da consulenti non trasparenti e opportunisti.

Il codice etico di Assoconsult si applica:

  • a ciascuna società di consulenza socia di Assoconsult, stabilendo principi e regole di condotta a cui si deve attenere nello svolgimento delle proprie attività e nei suoi rapporti con i clienti e gli altri stakeholder.
  • all’associazione (Assoconsult) e ai membri dell’associazione nello svolgimento dell’attività associativa, nelle relazioni interne all’associazione tra i soci e in quelle esterne tra l’associazione e i terzi.

Cosa comprende la visione etica della consulenza manageriale?

La responsabilità morale verso il cliente per le conseguenze e gli effetti della consulenza, specie quelle che il cliente non è perfettamente in grado di prevedere a causa del differenziale conoscitivo ed informativo a vantaggio del consulente sulle materie su cui questi offre il suo aiuto.

La cura delle relazioni fiduciarie con il cliente in modo da favorire e promuovere l’interesse del cliente, per come esso è stato espresso e chiarito nel corso delle fasi preliminari, ma anche come esso si è rilevato nel corso dell’attività di consulenza.

Etica della consulenza significa rispettare e promuovere l’autonomia del cliente

Un punto fermo che AAC Consulting ha sempre sposato in pieno è il rispetto delle scelte del proprio cliente ed il potenziamento della propria autonomia che in nessun caso e per nessuna ragione viene ostacolata o limitata.

Il cliente ha in ogni momento la possibilità di effettuare le scelte che ritiene più opportune, mentre il consulente agisce sempre in modo coerente o almeno compatibile con le aspettative degli stakeholder dell’impresa e dell’organizzazione del cliente.

I principi etici di riferimento

codice etico

  1. Uguaglianza. Ogni persona è degna di uguale considerazione e rispettoIl consulente di conseguenza rispetta il cliente e tutti gli stakeholder
  2. Autonomia del cliente. Il consulente promuove l’autonomia e la libertà di scelta del cliente.
  3. Interesse del cliente. Il consulente opera nell’interessa del cliente, con ciò intendendo non solo persona responsabile dell’incarico, ma l’organizzazione-cliente in nome del quale l’incarico viene attribuito.
  4. Fiducia. Il consulente opera in un modo da giustificare e salvaguardare la fiducia che il cliente ripone in lui
  5. Indipendenza e oggettività. Nell’uso e trasferimento della conoscenza e dell’informazione, il consulente mantiene la sua indipendenza di giudizio e formula il suo giudizio nel rispetto della piena oggettività e verità.
  6. Riservatezza e privacy. Il consulente garantisce la riservatezza delle informazioni confidenziali ottenute dal cliente e il rispetto della privacy del cliente e dei membri dell’organizzazione con i quali viene in contatto.

Gli altri principi fondamentali del codice etico sono: la trasparenza, l’imparzialità, la responsabilità sociale, l’equa condotta contrattuale, le giuste remunerazioni, sia nel consigliare le organizzazioni clienti, sia nell’organizzare la propria impresa. 

La cooperazione tra i colleghi è un altro principio su cui si basa il codice etico, cooperazione intesa come sviluppo e circolazione di conoscenze ed innovazioni scientifiche, tecnologiche e culturali al fine di far accrescere, tra la comunità di consulenti, la qualità complessiva dei servizi prestati.

Aderire al codice etico di Assoconsult non è solo un modo per essere credibili  e quindi maggiormente appetibili per i potenziali clienti, è soprattutto un modo di agire da professionista responsabile e coerente sia nel momento in cui si presta la propria professionalità alle aziende, sia quando si opera da imprenditore per la propria organizzazione.

 

 

 

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

13 NOVEMBRE CORSO “PSICOLOGIA DELL’AGGRESSIVITÁ” gestire in modo sano l’aggressività naturale insita nei rapporti umani, in particolare in quelli gerarchici

Maria Mazzali, consulente A.A.C. Consulting in Gestione delle Risorse Umane, Psichiatra, P…